POLITICA

Il gigantismo sui mari e il monito di Suez

Non sorprende che nel commentare il sinistro di Suez (ad opera della portacontainer Ever Given, un mostro di 220 mila tonnellate di stazza, incagliatasi e messasi di traverso nel canale dal 23 al 29 marzo 2021, di fatto bloccandolo) la stampa mainstream abbia preferito usare le rassicuranti categorie dell’imprevisto o (peggio) dell’errore umano, né che il Foglio -sulla stessa lunghezza d’onda- abbia colto l’occasione per rilevare una sorta di fil rouge tra il vaccino AstraZeneca e il mastodontico cargo. A dire: una trombosi post vaccino o una tempesta di vento e sabbia improvvisa vanno messe in conto se vogliamo liberarci dalla pandemia e, dall’altro, continuare a godere delle magnifiche e progressive sorti del nostro imperituro sistema capitalistico (sic!). Il dubbio che la pandemia, e il conseguente rischio vaccinale, abbiano poco di ineluttabile ma siano conseguenza di un pianeta stressato da scelte di sistema predatorie, onnivore e iperconsumiste, non sembra sfiorare il Foglio. Come pure, per tornare all’Ever Given, sia la sciagurata cultura del gigantismo, esito mostruoso delle politiche di abbattimento dei costi e della massimizzazione del profitto, la ragion vera di tanti disastri che si verificano sui mari, sia in termini di vite umane sia dal punto di vista ambientale. Immaginate quale tragedia si sarebbe consumata nel fragile ecosistema di Suez se, in analogo sinistro, fosse incappata una delle tante superpetroliere che quotidianamente l’attraversano! E quanto poco “liberatorio” sia, in tal caso, gridare all’errore umano. In realtà, l’errore vero lo si deve ascrivere a chi, obbedendo solo alle logiche di mercato e di profitto, ha concepito e costruito simili mostri; a chi, nonostante il disastro climatico e ambientale, persevera nella convinzione che la crescita possa declinarsi solo in termini di iperconsumo di risorse e prodotti e, dunque, movimentando merci da una parte all’altra del mondo; a chi, infine, non ha colto il monito che la pandemia e lo stesso blocco di Suez  hanno lanciato al mondo intero, cioè l’urgenza di un mutamento, reale, complessivo, ineludibile di paradigma sistemico.

Alessandro Punzo  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *